Semana Santa in Andalusia

La Semana Santa che precede Pasqua in tutta l’Andalusia è un momento di feste e celebrazioni che coinvolge intere città e piccoli villaggi.

E’ la settimana nella quale il cristianesimo celebra gli eventi di fede correlati agli ultimi giorni di Gesù, che comprende in particolare la sua passione, morte in croce e resurrezione il terzo giorno successivo.

il rito della settimana santa in Andalusia

A Siviglia la manifestazione si esprime con le sfilate dei nazareni.

il rito della settimana santa in Andalusia

Circa 60 confraternite per un totale di circa 50.000 persone portano in processione ceri, croci e turiboli fumanti d’incenso come atto di penitenza, vestendo il saio corredato dal capirote, il caratteristico copricapo a punta;

il rito della settimana santa in Andalusia

altri penitenti sono i costaleros, che portano sulle spalle le andas su cui poggiano le enormi statue sacre seicentesche della Vergine o di Cristo.

il rito della settimana santa in Andalusia

Ogni processione si compone di tre passaggi, o pasos: il primo dedicato alla Passione di Gesù, poi quello dedicato alla Vergine Maria e infine quello dedicato alla morte di Cristo. Non sono mute ma sono accompagnate dal suono delle bande composte da fiati e percussioni, seguite da un incessante rullo di tamburo. Spesso le bande vengono interrotte da un canto improvviso.

il rito della settimana santa in Andalusia

Sono le saetas, canti struggenti che prendono origine dal flamenco e che raccontano la passione di Cristo e i dolori della Vergine. Vengono interpretate senza accompagnamento dai balconi, ed impongono un immediato silenzio e il blocco della processione per permettere agli astanti tutti di compenetrarsi nella struggente preghiera: è il momento più forte della cerimonia e rappresentano un patrimonio importante nella cultura Andalusa.

visiona l’intero progetto fotografico nella sezione portfolio del sito SETTIMANA SANTA a Siviglia

Torna in alto